1
settembre

RAI3: DA GIANNINI A BARBARA DE ROSSI, ECCO I ‘TROMBATI’ ECCELLENTI DELL’ERA BIGNARDI

Daria Bignardi

Alcune novità lasciano di stucco, altre incuriosiscono e fanno ben sperare. Una cosa bisogna riconoscerla: sul restyling di Rai3 Daria Bignardi ci ha messo la faccia. Dopo la sua nomina alla direzione della terza rete, la giornalista si è infatti portatrice di una serie di ambiziosi cambiamenti destinati a trasformare il volto del palinsesto e a lasciare qualche volto noto a bocca asciutta. Sì, perché stavolta la mannaia ‘barbarica’ di Daria è stata implacabile, soprattutto quando si è trattato di cancellare programmi o sostituire conduttori, anche di lungo corso.

I ‘trombati’ d’eccezione non mancano certo nella nuova stagione di Rai3. Ancora non si sono smorzate le polemiche per la chiusura di Ballarò e per l’estromissione (epurazione, secondo i più polemici) di Massimo Giannini. Dopo aver trascorso un’annata in continuo contrasto con alcuni esponenti Pd, il giornalista è stato fatto fuori con tanti saluti. Anche noi, alla fine, siamo stati rottamati” aveva amaramente chiosato il conduttore a fine stagione. Al suo posto arriverà Gianluca Semprini con Politics, in tandem con Salvo Sottile nel prime time del martedì.

E che dire di Bianca Berlinguer, che è stata sostituita alla direzione del Tg3 dopo anni di servizio. Ne sono seguite diffuse polemiche ma la giornalista, che nel suo ultimo editoriale aveva denunciato pressioni e attacchi da parte della politica, non può considerarsi una vera e propria ‘trombata’: per lei, infatti, sono in arrivo nuovi impegni televisivi sempre sulla terza rete.

Chi invece ha ricevuto il benservito è stato il climatologo Luca Mercalli, che si è visto cancellare il proprio programma (Scala Mercalli) dalla nuova programmazione della rete. Secondo lo studioso, la trasmissione sarebbe stata depennata anche per motivi politici: “abbiamo trattato argomenti che sono scomodi per qualsiasi governo, e il governo Renzi non fa certo eccezione” aveva affermato.

Elsa Di Gati, che fino all’anno scorso curava Mi manda Rai3 nel daytime, perderà quella conduzione ma sarà capostruttura nella nuova versione serale della trasmissione, affidata a Salvo Sottile. Promoveatur ut amoveatur, potrebbe malignare qualcuno. Allo stesso modo, Concita De Gregorio non masticherà più il suo Pane Quotidiano (al suo posto ci sarà Corrado Augias con Quante Storie) ma presenterà L’Italia che verrà in access prime time ogni lunedì. Un contentino niente male.

Ridimensionamento significativo anche per Michele Mirabella ed il suo storico Elisir, di cui resterà una breve striscia mattutina di soli dieci minuti. Massimo Bernardini, inoltre, non condurrà più Il tempo e la Storia e – su richiesta dell’azienda – si dedicherà solo a TvTalk e farà nuove esperienze su Rai5. E pensare che, ai tempi della Presidente Tarantola, la trasmissione divulgativa del giornalista milanese (che passerà a Michela Ponzani) era considerata tra le più rappresentative del servizio pubblico.

Trombatura senza appello per Barbara De Rossi: l’attrice è stata fatta fuori da Amore Criminale e sarà sostituita da Asia Argento. Anche in questo caso, Daria Bignardi ha posto il suo sigillo in nome del rinnovamento. Cancellata dal palinsesto anche la docu-serie Sconosciuti, che nel frattempo si è trasferita su Laeffe. E sempre dalla direttrice di rete è arrivata messa al bando degli animali dagli spettacoli circensi trasmessi su Rai3. Trombati anche loro, per la gioia degli animalisti. “Il circo in televisione a me rattrista e mi sembra datato” ha per giunta sentenziato la giornalista.

E siccome la forma è sostanza, la Bignardi ha pensato di rinnovare anche le scenografie e di estromettere gli abiti demodé. Rai3, insomma, vuol cambiare davvero look e nel palinsesto i tagli sartoriali – anche netti – non sono certo mancati.



Articoli che potrebbero interessarti


Bianca Berlinguer e Daria Bignardi imitata, #CartaBianca
#Cartabianca, Daria Bignardi alla Berlinguer: “sta iniziando Floris, non voglio perderlo”. Ma è un’imitazione (Video)


Bianca Berlinguer, #Cartabianca
#Cartabianca, Berlinguer debutta in prime time e (non) cambia titolo. D’Alema e Fiorella Mannoia primi ospiti


bIANCA BERLINGUER
CARTA BIANCA A COLORI: BIANCA BERLINGUER SFIDA FLORIS DA META’ FEBBRAIO SU RAI3


Barbara De Rossi
AMORE CRIMINALE: ASIA ARGENTO AL POSTO DI BARBARA DE ROSSI. LA REAZIONE DELL’ATTRICE

7 Commenti dei lettori »

1. Gianluca ha scritto:

1 settembre 2016 alle 14:19

Mi spiace moltissimo per il programma “Sconosciuti”, che trovavo molto interessante, scorrevole e innovativo. Mi va anche bene il rinnovemento, ma, Bignardi, questo programma non era affatto vecchio!!!



2. Marco ha scritto:

5 settembre 2016 alle 10:48

Terribile con quei capelli grigio topo.



3. Eliana ha scritto:

3 ottobre 2016 alle 14:04

Ma vi è sembrato meglio sostituire il conduttore de “Il tempo è la storia”ridurre il tempo di”Elisir”e “mi manda rai tre senza elsa Di Gati?La cultura e i programmi interessanti mi sembrano penalizzati.Michela punzoni è completamente inadeguata



4. elisabetta ha scritto:

31 ottobre 2016 alle 14:51

Mi spiace molto per l’estromissione di Massimo Bernardini:assolutamente più adeguato per quel tipo di trasmissioni



5. Loreta bertoldi ha scritto:

17 novembre 2016 alle 21:51

Massimo bernardini sempre! Mi dispiace molto la sostituzione!



6. Artemisia53 ha scritto:

4 gennaio 2017 alle 22:37

Ho sempre seguito il programma “il tempo e la storia “:il divano, una atmosfera familiare, una conduzione garbata e intelligente quella di Massimo Bernardini. Perché sostituirlo con la bionda Punzoni che parla dietro la cattedra come una professoressa? Ora non guardo più il programma!



7. TURRINI PIER GIORGIO ha scritto:

5 gennaio 2017 alle 11:43

Daria bignardi va bene a fare l’assistente del programma di cucina su RAI UNO .
Non guardo piu’ il tempo e la storia, è diventato una noia e non capisco come tutti gli interlocutori della maestrina non accettino più di essere ospiti.
probabilmente “PECUNIA NON OLET”
Se volete rispondere avete la mia mail.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.